Artisti

img
Domenico Turchi
Comico e cabarettista italiano.

Comico Antropologo, l’unica cosa che gli interessa è esprimere e ricostruire l’identità di una classe, quella contadina, che scompare (o è già scomparsa).

Con lo spettacolo Noi della bassa si è aggiudicato nel 1998 il concorso nazionale “Cabaret amore mio” di Grottammare (il Sanremo del cabaret) ed è approdato a RAITRE, nelle 12 puntate della trasmissione satirica “Gnu”. Appena diplomato, Domenico Turchi ha lavorato per un’industria chimica di Pescara; poi, nell’84 molla l’impiego e torna a vivere in contrada Valloni a Gessopalena (Chieti), in campagna e ad allevare conigli assieme alla moglie. Con i suoi spettacoli di cabaret etnico Domenico Turchi riesce a “far pareggiare i conti”, descrivendo con minuziosa ironia i personaggi “tipici” del suo paese.

In un mondo frenetico dove tutto è standardizzato, lui riesce a cogliere il particolare, e con ironia scherza su come eravamo e, forse, su come dovremmo ancora essere.