Home

img
0
La fecondazione artificiosa

“Grazie di essere venuto!” così come mi dicono alla banca del seme, quando vado, essendo io un donatore da sempre.La vita ha un prezzo e quindi non deve essere sciupata.

Il più fallito, il più miserabile, il più sfortunato e frustrato sappia che almeno una volta nella vita ha fatto primo, all’inizio, quando spericolando nelle curve delle tube, per primo si è tuffato sfondando il Kinder sorpresa della vita, il cosiddetto ovetto magico, chiudendosi dietro le spalle tutte le porte sulle quali si sono poi spiaccicati tutti i fratellini e le sorelline di quella occasionale e godevole comitiva, a migliaia e senza nessuna protesta, lamenti se c’erano non venivano da loro.Insomma, siamo stati tutti primi nella gara per la vita, i secondi o sono gemelli o non esistono.Ora, il tutto, a vederlo artificialmente, con le pinzette, i microcips, i microscopi, i donatori e gli uteri in affitto ci fa riflettere.Conservando un ovulo della nipote si potrà gestire una nonna più giovane senza sconvolgere l’albero genealogico.Come dire, io ti presto l’utero, tu mi presti uno spermatozoo veloce e insieme facciamo girare la terra al contrario e concepiamo i nostri genitori tornando virtualmente indietro nel tempo ( il tutto può essere aggiornato e seguito su internett W.W.C.C. OO. OI @).E’ possibile! Potremmo finalmente cantare la ninna nanna alle nostre nonne in fasce, sarà una vendetta implacabile, loro ci nauseavano con i cantici dialettali antichi e incomprensibili noi invece ci serviremo degli ultimi L.P. di Zucchero che nemmeno scherzano, potremmo restituire loro tutte quelle sbobbe a base di pastine e banane squagliate frammiste a omogeneizzati repellenti al sapore di oca, potremmo sculacciare le nostre madri tenendole in braccio e tirare le orecchie ai nostri padri in preda a lacrimosi capricci infantili, insegnare a camminare alle nostre sorelle maggiori o addirittura rinascere dopo la morte dei nostri pronipoti.La vita sta diventando un miracolo possibile e gestibile indipendentemente dal tempo.E’ su questa strada che riusciremo un giorno a creare non più individui completi e superflui ma addirittura pezzi di essi senza scomodare l’anagrafe. Creeremo fegati, polmoni, pezzi di ricambio originali e garantiti per trapianti, addirittura su ordinazione, cuori con tre anni di garanzia o due milze al prezzo di uno, insomma potremmo rifarci nuovi nuovi grazie a questa grandissima nuova scienza che è la manipolazione genetica.Gli stessi preservativi saranno vuoti a rendere in modo da recuperare quel po’ di vita che ciascuno, non curandosene, involontariamente butta e verranno recuperati in appositi cassonetti differenziati contraddistinti dalla scritta : “Venite! Noi vi aspettiamo”.E non è tutto, già si sta studiando per rendere possibile la gravidanza maschile e fertilizzare così le bellissime e avvincenti coppie gay che poverine hanno giustamente diritto ad una prole, così una volta sposati, affitteranno prima una casa e poi un bell’utero fecondo e chissà, con un buon mutuo, forse un giorno potranno anche comprarselo.

Insomma oggi la vita è più feconda di ieri, l’unica paura è che forse è diventata anche più sterile.

Ivaldo Rulli